Automotive-news - come risparmiare benzina
AUTOMOTIVE NEWS
AUTOMOTIVE NEWS

Come risparmiare benzina: ecco alcuni trucchi

Sono molti quelli che si chiedono se e come è possibile risparmiare benzina. Ecco alcuni consigli per spostarsi in auto senza spendere troppo.

Che si tratti di un periodo di rialzo del prezzo del carburante o di una situazione più stabile, capire come risparmiare benzina può essere utile in qualsiasi momento.

Al di là delle caratteristiche del motore e dell’auto, sono molti i comportamenti alla guida che comportano un consumo maggiore di carburante e, di conseguenza, un dispendio di denaro.

Esistono alcuni semplici trucchi che permettono di risparmiare benzina e fare del bene al proprio portafoglio.

Effettuare una manutenzione periodica

Il primo trucchetto per riuscire a risparmiare benzina è quello di avere un veicolo e un motore funzionanti su cui fare affidamento. Infatti, quando il motore e la componente elettronica sono ben funzionanti, si evita un consumo eccessivo di carburante.

Le manutenzioni, in generale, dovrebbero essere fatte una volta l’anno o comunque in media ogni 20.000 km.

Per questa ragione, periodicamente dovrebbero essere controllate le condizioni del motore ed, eventualmente, dovrebbe essere svolta una pulizia con appositi prodotti.

Inoltre, tra i fattori da considerare durante il controllo, vi sono la pressione degli pneumatici, il livello e la tipologia di olio necessario, il filtro dell’aria, ma anche l’impianto frenante, per evitare frenate brusche e improvvise.

Pianificare il percorso

Pianificare il percorso può essere una semplice strategia utile a ridurre la spesa mensile del carburante.

In primo luogo conoscere il percorso che si dovrà fare è importante, per evitare di perdersi e girare per le strade più del dovuto.

Inoltre, è possibile selezionare il percorso con minore cambio di pendenza. Infatti, forti dislivelli comportano condizioni della strada più complesse, per le quali il consumo di carburante può aumentare in maniera considerevole.

Infine, con l’ausilio di un buon navigatore è possibile verificare la situazione del traffico e della circolazione, soprattutto nelle grandi città.

Riuscire a stabilire un percorso in cui la circolazione è scorrevole è importante per evitare continui e repentini cambi di marcia e, di conseguenza, un consumo eccessivo di carburante.

|Sponsorizzato

Evitare i carichi eccessivi

A meno che non sia necessario, bisognerebbe evitare di trasportare carichi eccessivi. Infatti, maggiore è il peso della macchina e maggiore sarà il carburante necessario per spostare il veicolo ad una data velocità.

Sovente capita di lasciare nella macchina oggetti che non vengono utilizzati quotidianamente e che contribuiscono ad appesantire il veicolo.

È bene, quindi, attuare queste piccole accortezze e ricordarsi di rimuovere dall’auto gli oggetti inutilizzati, soprattutto se pesanti, lasciando solo quelli strettamente necessari.

Tra questi, è consigliabile smontare anche il portapacchi o il portabici che, non solo aumentano il peso della macchina, ma ne riducono l’aerodinamicità.

Adottare uno stile di guida equilibrato

Nella guida, come nella vita, essere equilibrati porta molti vantaggi. Il più importante quando si adotta uno stile di guida più armonioso, è proprio quello di risparmiare carburante.

Guidare a scatti e tirare le marce non è molto consigliato, non solo perché comporta una maggiore spesa, ma anche perché nel tempo potrebbe provocare una maggiore usura delle componenti meccaniche, delle sospensioni e dei freni.

Automotive-news - come risparmiare benzina

Moderare la velocità

Moderare la velocità è importante per risparmiare benzina, ma anche per ridurre il rischio di incidenti e di gravi infortuni alla guida.

Come è noto, maggiore è la velocità a cui si viaggia e maggiore sarà il consumo di carburante. Per questa ragione generalmente un percorso in autostrada ad alta velocità è più dispendioso rispetto ad uno a basse velocità in città.

Per capire come risparmiare benzina riducendo la velocità è sufficiente rispettare i limiti imposti e segnalati attraverso gli appositi cartelli stradali e, quando possibile, prediligere tratti a basse velocità.

Tenere i finestrini chiusi o moderare l’aria condizionata

Per risparmiare benzina entrano in gioco due fattori non sempre considerati: l’aria condizionata e i finestrini aperti.

Mantenere i finestrini aperti può ridurre l’aerodinamicità del veicolo e creare una resistenza data dall’attrito con l’aria. In questo caso il motore deve aumentare gli sforzi per riuscire a spostare il veicolo, soprattutto ad alte velocità.

L’alternativa potrebbe essere utilizzare l’aria condizionata, ma nuovamente il lavoro del motore aumenterebbe, con conseguenti consumi in eccesso di benzina.

La soluzione ideale per riuscire a risparmiare benzina, senza soffrire il caldo estivo, può essere quella di viaggiare con i finestrini abbassati quando la velocità non supera i 50 km/h e chiuderli, utilizzando l’aria condizionata, quando si viaggia a velocità più elevate.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email