Automotive-news - Garanzia europea pneumatici
AUTOMOTIVE NEWS
AUTOMOTIVE NEWS

Nuova etichetta europea: che cos’è?

La nuova Etichetta europea per gli pneumatici apporterà delle novità che aiuteranno al meglio la scelta dei consumatori, scopriamo insieme cosa cambia.

A maggio, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale Europea entrerà in vigore il regolamento UE 202/740 che stabilirà la nuova classificazione degli pneumatici. La nuova etichetta energetica cambia il look e aggiunge nuove indicazioni che sostituiranno i tre vecchi parametri che si riferivano solo alla rumorosità esterna, alla frenata su bagnato e al consumo di carburante.

La Nuova etichetta europea è nata per dare informazioni maggiori ai consumatori riferendosi alle caratteristiche e alle prestazioni delle gomme per indicare quelle che frenano meglio sul terreno bagnato, che hanno maggior resistenza al rotolamento e quelle che danno maggior risparmio in termini di carburante consumato.  

Questa nuova Etichetta include sia gli pneumatici nuovi che quelli rigenerati, si applica alle auto e ai mezzi pesanti. Vediamo insieme quali sono le novità.

Il nuovo inserimento QR code sugli pneumatici

Grazie al codice QR code che verrà aggiunto, i consumatori otterranno nuove informazioni più precise e dettagliate.

La parte principale dell’etichetta informerà sulle prestazioni sul bagnato, sul consumo carburante e sulla resistenza al rotolamento.

Tramite il QR code si potrà accedere al Database e trovare la scheda tecnica del prodotto dall’inizio alla fine della produzione. Difatti continueranno ad essere inserite le schede informative relative all’assegnazione della classe nel database EPREL (European Product Registry for Energy Labelling).

Le informazioni della Banca dati Europea dei prodotti per l’etichettatura energetica dal Febbraio del 2019 registrano sul portale diviso in due sessioni tutte le informazioni dei prodotti. Una sessione è rivolta alle autorità di sorveglianza e l’altra è per offrire informazioni alle imprese e ai consumatori.

In riferimento all’articolo 5.1 del nuovo regolamento, con lo scopo di fornire ai consumatori maggiori informazioni più dettagliate su pneumatici, la Banca dati dei prodotti entrerà in vigore a partire dal Febbraio 2021 al Maggio 2021.

|Sponsorizzato
Automotive news - etichetta europea pneumatici

Nuova etichetta europea: cosa cambia?

Il concetto base della nuova etichetta europea è quello di responsabilizzare i consumatori al meglio.

Difatti verranno aggiunti nuovi dati, per esempio, un indicatore per la tenuta del ghiaccio e il livello sonoro poiché saranno aggiunti nuovi pittogrammi per la neve, il ghiaccio e il rumore esterno degli pneumatici.

Finora non erano richieste le indicazioni rispettive alle proprietà dalle differenti condizioni atmosferiche. Questa nuova etichetta, invece, permetterà di scegliere al meglio le gomme invernali. Sarà presente la conformità nel test Iso di frenata sul ghiaccio e il valore minimo riporterà in etichetta il simbolo 10°.

La rumorosità dello pneumatico si misura in decibel che viene rappresentato da un altoparlante che emette onde nere. Più onde sono presenti e più lo pneumatico sarà rumoroso. I livelli di decibel si misurano in una scala di logaritmi, pochi decibel rappresentano una maggiore differenza di rumore esterno. Per ridurre l’inquinamento acustico è importante scegliere gli penumatici più silenziosi.

Questa nuova etichetta faciliterà il confronto ed aiuterà il consumatore e sarà applicata direttamente su pneumatico, i nuovi pittogrammi saranno sottoforma di onde stilizzate:

  • 1 onda indica che lo penumatico è silenzioso;
  • 2 onde indicano che lo pneumatico sarà moderato;
  • 3 onde indicano che il rumore è superiore al limite europeo.

Queste onde saranno più facili da leggere rispetto a prima assegnando categorie A, B e C.

Inoltre verranno aggiunte una serie di dati nuovi, le classi verranno ridotte a cinque. Spariranno la classe F e G dal programma di revisione dell’accordo del Giugno 2025. Rimarranno solo le classi A, B, C, D ed F. Se fin’ora si utilizzavano sette lettere, ora saranno soltanto cinque. Difatti c’è un nuovo ridimensionamento delle classi inferiori, le classi di pneumatici A, B e C rimangono invariate, la classe E raggruppa i valori della vecchia classe F e G.

Gli pneumatici più efficienti consumano molta meno energia nel rotolamento e permettono di risparmiare fino al 20% in più del carburante rispetto ad altri. Tra A e G la differenza del consumo è fino al 7%, anche se bisogna comunque fare molta attenzione a mantenere la pressione corretta degli pneumatici.

Per quanto riguarda l’aderenza sul bagnato il parametro su cui si concentra l’etichetta europea è la prestazione di frenata dove A sarà la migliore e F la peggiore.

Etichetta europea pneumatici: la grafica del nuovo adesivo come sarà?

Ricapitolando, il nuovo adesivo conterrà 5 novità grafiche:

  1. un QR Code;
  2. la resistenza delle ruote al rotolamento (dalla A alla E);
  3. un logo stilizzato di una montagna a 3 punte ed un fiocco di neve per l’aderenza sulla neve (questi pittogrammi saranno posti vicino all’indicazione della rumorosità);
  4. Il rumore da rotolamento rappresentato da tre onde sonore;
  5. L’aderenza al bagnato con classe dalla A alla E;

Grazie a queste novità saremo consumatori più consapevoli e sostituire gli pneumatici sarà più semplice perché potremmo confrontare al meglio i prodotti, avere gomme più sicure, meno rumorose e potremmo ridurre sia il consumo di carburante che le emissioni atmosferiche.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email