Automotive-news - air car auto volante Klein Vision
AUTOMOTIVE NEWS
AUTOMOTIVE NEWS

Air car, l’auto volante che arriva dalla Slovacchia

La air car della slovacca Klein Vision è l’auto volante che unisce la sportività del design e delle prestazioni all’ebrezza del volo. Scopri di più.

Quante volte, pensando al futuro abbiamo immaginato che avremmo sicuramente visto volare nei cieli, non solo aerei, ma anche le macchine.

Se fino a pochi anni fa questo sembrava ancora impossibile, Klein Vision dalla Slovacchia ha dato modo di ricredersi.

La AirCar, ovvero l’auto volante slovacca è un prototipo che ha già dato dimostrazione delle sue prestazioni, dalle sembianze sportive, in grado di compiere il volo.

Come nasce il progetto

L’AirCar nasce da un progetto della Klein Vision, azienda slovacca fondata dai visionari Stefan Klein e Anton Zajac.

Il progetto viene avviato nel 2017, grazie ad un team di 8 specialisti e ad oltre 100mila ore di lavoro.

Per arrivare all’auto volante vera e propria, si è passati dallo sviluppo dei disegni e dall’elaborazione di complessi sistemi ingegneristici, alla creazione del primo prototipo in scala 1:1, in grado di volare, alimentato da un motore elettrico da 15kW.

Lo sviluppo finale è arrivato con un secondo prototipo a due posti, con motore a benzina Bmw da 1,6 litri.

Ad oggi è in fase di progettazione un nuovo modello che dovrebbe raggiungere velocità di circa 300 km/h.

Dopo 70 ore di test di volo, avvenuti tutti con successo, nel rispetto delle linee guida degli standard dell’Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA), l’Autorità per l’Aviazione Civile della Slovacchia ha rilasciato alla Klein Vision il certificato di aeronavigabilità per la sua auto volante.

Chi è il fondatore Stefan Klein

Stefan Klein, fondatore di Klein Vision, ha lavorato nel mondo del design sin dagli inizi e ha collaborato con Case automobilistiche del calibro di Audi e BMW.

La svolta è arrivata, però, grazie al lavoro di vent’anni presso la Slovakian company Aeromobil, società operante nel settore dello sviluppo di aeromobili.

Nel 2017, avviene la creazione della Klein Vision, insieme ad Anton Zajac e, in seguito, lo sviluppo della AirCar a due posti.

Realizzare il progetto non è stato semplice, in quanto l’auto volante doveva rispettare tutti i requisiti richiesti dalle autorità del trasporto aereo e terrestre. Nonostante questo, con più di 200 tra decolli e atterraggi, l’air car si è dimostrata un velivolo prestante, ma soprattutto sicuro.

Gli obiettivi del futuro sono rivolti alla creazione di un veicolo volante a 4 posti, uno capace di atterrare sull’acqua e un terzo con un doppio motore.

Dopo aver superato il test, l’AirCar ha subito catturato l’interesse di un appassionato che ne è diventato il possessore.

|Sponsorizzato
Automotive-news - air car auto volante Klein Vision

Caratteristiche dell’aeromobile

L’auto volante a marchio Klein Vision, si è dimostrata un progetto rivoluzionario e innovativo, in grado di attirare l’attenzione di tutti.

Con questa particolare automobile è possibile volare, proprio come se si fosse su un vero e proprio aeroplano e, infine, ritirando le ali, atterrare e proseguire il tragitto su strada, proprio come ogni altra automobile tradizionale.

Questa auto volante presenta a livello di design e di prestazioni le caratteristiche di una sportiva. Tuttavia, a differenza di tutte le altre super sportive, questa è in grado di spiccare il volo, grazie ad un’elica tradizionale.

La AirCar, da auto è in grado di trasformarsi in un aeroplano a due posti facendo fuoriuscire le due ali e decollando e atterrando attraverso la velocità, su una pista lunga almeno 300 metri.

Una volta terminato il volo, le ali vengono retratte all’interno del veicolo, per trasformarlo in una vera e propria automobile. Anche l’ala posteriore viene retratta, ma non completamente all’interno, in modo da ridurre le dimensioni e gli ingombri della AirCar su strada.

Il motore che alimenta l’auto volante è un BMW da 1,6 litri a benzina da 140 CV, in grado di superare la velocità di 200 km/h.

Il velivolo ha un peso di circa 1.100 kg e può trasportare fino a 200 kg e percorrere fino a 1.000 km di autonomia.

Nelle versioni successive si prevede di inserire un motore da 300 CV.

Al momento non è chiaro come l’utilizzo e la guida di AirCar saranno disciplinate, dal momento che si tratta di un veicolo speciale che richiederebbe l’acquisizione di competenze di guida, ma anche di volo.

Ciò che è evidente, però, è che non resterà un modello singolo, ma sarà l’inizio di un futuro nuovo per il settore automotive.

 

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email