Automotive-news - regole per monopattino elettrico
AUTOMOTIVE NEWS
AUTOMOTIVE NEWS

Regole per monopattino elettrico: quali sono e come rispettarle

Con l'aumento della presenza nelle strade, il codice della strada ha introdotto una serie di regole per la circolazione con il monopattino elettrico, al fine di favorire la sicurezza in strada.

La vasta diffusione di questo mezzo ha comportato, come era inevitabile, l’introduzione di una serie di regole per monopattino elettrico e per consentire un comportamento idoneo a tutelare la propria sicurezza e quella degli altri in strada.

Monopattino elettrico: una maggiore sicurezza in strada

La diffusione dei monopattini elettrici è aumentata in maniera esponenziale soprattutto nelle grandi città italiane, ma sta prendendo piede rapidamente anche nei comuni di dimensioni ridotte.

Questo mezzo è stato in grado di conquistare anche i più scettici, grazie alla facilità di utilizzo, alla capacità di destreggiarsi nel traffico rapidamente e di risolvere l’incubo del parcheggio dei grandi centri urbani.

Un mezzo tutto sommato piuttosto economico, rispetto ad un tradizionale scooter o ad un’automobile, che risolve il gap tra la volontà di muoversi in autonomia senza inquinare, come avviene con una comune bicicletta, e la necessità di non affaticarsi e magari arrivare sul luogo di lavoro o a scuola completamente sudato.

Per queste ragioni il monopattino elettrico è stato particolarmente apprezzato da persone appartenenti a diverse fasce di età e con uno stile di vita differente.

Si tratta di un mezzo divertente, anche di svago, tuttavia i rischi e i pericoli per la sicurezza propria e degli altri non possono essere esclusi.

Automotive-news - regole per monopattino elettrico

Le regole per monopattino elettrico secondo la legge

Con la legge 8/2020 sono entrate in vigore nuove regole che disciplinano la circolazione del monopattino elettrico, paragonandolo ad un velocipede e alle biciclette.

  • Il monopattino elettrico deve avere un motore elettrico di potenza non superiore a 0,50 kW (500 Watt);
  • la circolazione del mezzo è consentita solo ed esclusivamente in centri urbani con un limite di velocità massimo di 50 km/h, sulle piste ciclabili e nelle aree pedonali;
  • la velocità massima prevista per il mezzo deve essere di 25 km/h se la percorrenza avviene in strada oppure sulle piste ciclabili e di 6 km/h se ci si trova in un’area pedonale;
  • deve essere dotato di un campanello per le segnalazioni acustiche;
  • deve prevedere la marcatura CE;
  • è vietata la circolazione ai monopattini elettrici nelle ore di buio o anche di giorno qualora non si abbia sufficiente visibilità, se questi siano sprovvisti di apposite luci bianche o gialle anteriori e di luci rosse e catadiottri rossi posteriori, oltre che in assenza di giubbotto catarifrangente. In caso si sia sprovvisti si dovrà condurre il monopattino a mano;
  • sono ammesse alla guida del monopattino elettrico le persone che abbiano compiuto almeno 14 anni;
  • non è consentito trasportare passeggeri, animali o oggetti;
  • è previsto l’obbligo del casco per le persone che abbiano meno di 18 anni;

Sono queste le regole per il monopattino elettrico che hanno valore di legge e pertanto sono perseguibili legalmente, attraverso sanzioni anche piuttosto salate.

Tuttavia quando si conduce un mezzo è opportuno prestare attenzione e far prevalere il buon senso.

Infatti, anche quando la legge non lo prevede è importante considerare che, soprattutto a velocità massime, sarebbe opportuno indossare il casco per prevenire gravi infortuni in caso di cadute o incidenti.

Le sanzioni previste per chi non rispetta la normativa

Come per la violazione del codice della strada quando si è alla guida di un veicolo motorizzato oppure no, sono previste delle sanzioni volte a punire il trasgressore e a garantire la sicurezza stradale.

In caso di possesso di un monopattino elettrico superiore a 2 kW, il mezzo sarà confiscato.

Per violazioni come la circolazione senza luci nelle ore notturne, senza giubbotto catarifrangente, su strada urbana con limite di circolazione superiore ai 50 km/h o extraurbana, guida da parte di un minore di 14 anni o per il superamento dei limiti di velocità, la sanzione previsa va dai 100 ai 400 €.

La sanzione va dai 50 ai 200 € invece se si circola in fila doppia, non si tiene il manubrio con entrambe le mani, in caso di trasporto di passeggeri, animali o cose, se si utilizza un dispositivo mobile durante la guida o qualora il conducente minore sia sprovvisto di casco.

Condividi questo post
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email